Come fare la modifica alla Switch

modifica switch

In questa guida vedremo i pochi e semplici passi per modificare la Switch e poter così giocare con i backup dei nostri giochi e molto altro ancora.

In cosa consiste questa “modifica” ?

Di norma, quando si accende la Switch, parte il suo sistema operativo pre-installato (chiamato Horizon) che tutti conosciamo.

La modifica consiste invece di far partire un sistema operativo modificato al momento dell’avvio della Switch.

Per fare questo, la si dovrà accendere in modalità Recovery, in modo da bloccare il normale lancio del sistema operativo Horizon, e farle lanciare il nostro sistema operativo personalizzato Atmosphere.

Questo procedimento andrà fatto ogni qual volta si spegnerà totalmente la Switch, e alla sua riacensione decidessimo di non lasciare che venga avviato Horizon ma volessimo invece avviare Atmosphere.

Quindi non si tratta di una vera e propria modifica, perché non si va a modificare nulla. Il sistema operativo della Nintendo rimane lì dov’è, senza alcuna modifica. Con questa guida vedremo come intercettare il suo avvio per lanciare invece un nostro sistema operativo personalizzato.

 

Questa guida, attualmente, è valida per le Switch con firmware originale 8.1.0 uscito qualche settimana fa. Se avete un firmware precedente, andate nelle impostazioni di sistema e aggiornate all’ultima versione 8.1.0.

 

Premessa
Con questa guida si potranno installare giochi in formato NSP senza possederne il ticket.
L’installazione di qualsiasi NSP da fonti non ufficiali permette a Nintendo di bannare la console dai servizi online, compreso il download di giochi comprati sull’eShop e qualsiasi funzionalità online.

Procedendo ti assumi questo rischio.

Inoltre scaricare giochi non posseduti è illegale, oltre a danneggiare le case di produzione e violare la proprietà intellettuale altrui.

Usa la modifica solo per caricare backup di giochi in tuo possesso.



1. Prerequisiti: Switch patchata?

Prima di proseguire con la lettura della guida, dovete assicurarvi che la vostra Switch sia modificabile e che non sia tra quelle a cui è possibile installare un Custom Firmware.

Per verificare che la vostra Switch rientri tra quelle ancora modificabili, controllate se il vostro Seriale rientra tra quelli Not patched di questa tabella o se invece ormai è stato patchato. Un metodo più veloce per la verifica lo trovate in questa pagina: selezionate il prefisso del vostro seriale e inserite le successive 6 cifre, e vi verrà indicato immediatamente se potete o no procedere con la modifica.

seriale switch patched

Se avete appena acquistato la Switch, molto probabilmente sarà stata patchata da Nintendo, non permettendovi alcuna modifica attualmente (non si sa in futuro).

Se invece dovete ancora acquistarla, potete chiedere nei negozi che vi facciano vedere i Seriali delle console Switch che hanno in magazzino, così da potervi scegliere quella che fa al caso vostro!!


2. Prerequisiti: Materiale necessario

Appurato che la vostra Switch sia modificabile o meno, proseguiamo con l’acquisto del materiale necessario.

Per la modifica della Switch serviranno sostanzialmente 3 cose:

Una MicroSD veloce e capiente. Sulla MicroSD verranno copiati tutti i file necessari per il sistema operativo alternativo, chiamato Atmosphere e successivamente tutte le copie di backup dei vostri giochi.

Quindi, in base a quante copie di backup avete e volete caricarci, la scelta della dimensione della MicroSD può variare da 128gb o 256gb.

Scegliete una delle seguenti MicroSD qui di seguito.

Servirà poi un Cavo USB-C per il trasferimento dati. Attenzione!! Molti cavi USB-C fanno solo la funzione ricarica, vanno bene per i cellulari, ma non sono adatti a trasferire dati, e quindi non vi permetterebbero di effettuare la modifica.

Se non doveste riuscire a fare la modifica con eventuali cavi USB-C già in vostro possesso, vi consiglio l’acquisto di questi cavi qui, sono 3 cavi, di diversa lunghezza, tornano sempre utili:

Infine, dovrete procurarvi un Jig. Questo piccolo pezzetto di plastica servirà a mandare in Recovery la vostra Switch.

Se non volete procedere con l’acquisto (che è di solo 8€, quindi non è comunque una spesa folle) potete in alternativa costruirvelo voi con una graffetta, ma dato che c’è il rischio che mandiate in corto circuito la vostra Switch in quel modo, non vi dirò come farlo. Se volete potete cercare online una guida che vi faccia costruire il vostro jig casalingo, ma non mi assumo tale responsabilità. Il mio consiglio rimane di acquistare il Jig già fatto ed evitare così problemi futuri.

Ora che avete con voi la MicroSD, il cavo USB-C per i dati, e il Jig, proseguiamo con il materiale da scaricare online.


3. Download files

A questo punto dovrete scaricare un po’ di materiale da internet.

Recatevi innanzitutto su questa pagina, scorrete fino in fondo e premete il bottone rosso Download your ZIP.

Verrà scaricato un archivio zip, estraetelo e copiate il contenuto della cartella SD nella vostra MicroSD (formattatela prima in ExFat in modo che possa contenere files più grandi di 4gb)

contenuto SD

Attenzione utenti Mac OS X: potrebbe accadere che il vostro Mac, al momento della copia dei files sulla MicroSD vada a “sporcare” la schedina con alcuni files nascosti e questo poi vi possa impedire il corretto funzionamento delle HomeBrew. Assicuratevi pertanto di fare una copia pulita dei files, ed eventualmente, cancellate ogni file nascosto che si è venuto a creare.

Ora vi servirà il programma che permetterà di comunicare con la Switch, una volta in Recovery mode, tramite cavo USB, e poter così effettuare backup o lanciare il sistema operativo modificato Atmosphere: TegraRCMgui.

Per gli utenti Mac OS X: TegraRCMgui non è disponibile per Mac, ma potete fare tranquillamente tutto il lavoro grazie a un tool web presente al seguente indirizzo fusee-glee.

Per gli utenti Windows: Trovate l’ultima versione di TegraRCMgui nella pagina dello sviluppatore. Scaricate la release più recente, la versione Portable, così non vi richiede neanche l’installazione, ma potrete avviarlo immediatamente, a questo indirizzo.

Una volta scaricato, avviatelo, andate nella finestra Settings e cliccate sul bottone Install Driver. Sul vostro PC verranno installati così i drivers necessari a comunicare con la Switch in ReCovery Mode (RCM).

TegraRCMgui


4. Entrare in ReCovery Mode (RCM)

Abbiamo tutto il necessario!

La MicroSD con dentro i files che avete scaricato precedentemente, il Cavo USB-C per collegare Switch al PC, TegraRcmGUI con i drivers installati, e il Jig.

Procediamo ora con i seguenti semplici passi:

  • Avviate TegraRCMgui e noterete l’icona rossa nel riquadro in basso a sinistra indica NO RCM
  • Inserite la MicroSD nella Switch accesa, e se vi dà un messaggio di Aggiornamento Sistema, aggiornate affinché venga riconosciuta correttamente la MicroSD dalla vostra Switch
  • Collegate con il cavo USB-C la Switch al PC
  • Spegnete la Switch
  • Togliete il Joy-Con di destra
  • Inserite al suo posto il Jig

modifica switch jig

  • Tenete premuto il tasto Volume + e premete il tasto Accensione contemporaneamente.
  • Noterete che su TegraRCMgui l’icona in basso a sinistra è diventata verde con scritto RCM OK

Siete entrati con successo in ReCovery Mode (RCM). Il monitor della Switch ovviamente è rimasto spento, tutto nero.

Questa è la procedura standard per entrare in RCM ogni volta che volete: spegnere la switch, inserire il jig, accendere la Switch mentre si preme il tasto Vol+

Adesso che abbiamo la Switch in RCM possiamo far partire il Custom Firmware Atmosphere o procedere prima con un backup della Switch, finché è originale.


5. Backup della Switch

Questo passaggio non è obbligatorio, ma è altamente consigliato.

Va fatto solo la prima volta, finché avete la Switch ancora pulita, originale.

Fare un backup della NAND vi permetterà di ripristinarla in caso di problemi in futuro o di downgrade.

Se siete interessati a farvi il backup, procedete con i seguenti passaggi, altrimenti saltate direttamente al paragrafo 6 per la modifica vera e propria.

Una volta che avete la Switch in RCM OK collegata a TegraRCMgui tramite cavo USB-C, procedete in questo modo:

  • Selezionate hekate_ctcaer_5.0.0.bin tra i favorites su TegraRCMgui e premete il tasto Inject payload

modifica switch inject payload hekate tegrarcm

  • La vostra Switch si accenderà e verrà così lanciato Hekate.

hekate

  • Premete sul menù in alto Tools e successivamente selezionate la voce Backup
  • Andate sulla voce Backup eMMC RAW GPP e fate così partire il backup.
    Impiegherà un bel po’ di tempo. Assicuratevi di avere la Switch in carica o al 100% di batteria, così da evitare che vi si spenga a metà procedura e dover reiniziare da capo.
  • Finito il backup eMMC RAW GPP, premete la voce per eseguire il Backup eMMC BOOT 0/1.
    Questo impiegherà molto meno tempo.
  • Terminato anche il secondo backup, estraete la MicroSD e la inserite nel PC
  • Spostate sul computer la cartella Backup che trovate all’interno della MicroSD, in modo da salvarvi il backup in un posto sicuro e non lasciarlo sulla MicroSD ad occupare spazio.
  • Eliminate la cartella Backup dalla MicroSD
  • Reinserite la MicroSD nella Switch
  • Dal menù principale di Hekate scegliete di Riavviare la Switch in RCM per ritrovarvi alla situazione con la Switch in RCM OK su TegraRCMgui.

Questa procedura di Backup, come detto prima, va fatta solamente una volta sola, prima di andare a modificare la Switch, così da avere una copia della memoria pulita.

Che abbiate fatto il Backup o meno, si procede ora con l’avvio di Atmosphere, il nostro Custom Firmware.


6. Modifica Switch e avvio di Atmosphere

Per avviare il custom firmware Atmosphere è necessario avere la Switch in RCM (ReCovery Mode) e collegata al PC tramite cavo USB-C con TegraRCMgui avviato.

Vedi paragrafo 4 di questa guida.

Sarà sufficiente UN SOLO PASSAGGIO semplice e veloce:

  • Selezionate Fusee_Atmosphere.bin tra i favorites su TegraRCMgui e premete il tasto Inject payload

modifica switch inject payload atmosphere tegrarcm

Fatto!

La Switch si accenderà, e invece di partire con il Firmware originale Nintendo, si avvierà il Custom Firmware Atmosphere.

Ogni qual volta spegnerete totalmente la Switch dovrete ripetere questa semplice procedura affinché non parta il Firmware Nintendo ma facciate partire Atmosphere.

Vi basterà però lascare in stand-by la Switch e non farla mai scaricare del tutto in modo che non si spenga, e non dovrete ripetere questa procedura!

Per verificare che la Switch sia stata effettivamente avviata con Atmosphere, recatevi nelle Impostazioni di Sistema e controllate sotto la voce Aggiornamento della Console di avere:

Versione di sistema attuale: 8.1.0 e tra parentesi l’indicazione di Atmosphere (AMS 0.9.2)

modifica switch atmosphere

 

La Switch in questo modo è ufficialmente “modificata”, ovvero, siete riusciti a far girare un Firmware modificato, non ufficiale Nintendo.

A tal proposito, vi consiglio di NON giocare online in quanto, andandovi a collegare con i server Nintendo, potreste incorrere in un ban dell’account o della console stessa.

Valutate tutto a vostro rischio e pericolo quindi.

 

Nella prossima guida vedremo insieme come caricare i backup dei nostri giochi sulla MicroSD e avviarli grazie Atmosphere.