Carcassonne

Carcassonne

Nelle nostre recensioni di giochi di società non può mancare ovviamente Carcassonne, che prende il nome dall’omonimo paese medievale francese.

Si tratta di un gioco sicuramente per tutti che mescola in modo intelligente meccaniche tratte dal vecchio e noto Domino con lo spirito proprio dei puzzle, il tutto, pur con un buon elemento fortuna (c’è la pesca delle tessere) però mescolato in modo tale da lasciare spazio a chi abbia voglia di impegnarsi per elaborare strategie lo possa fare.

Lo scopo è quello di totalizzare più punti vittoria dei vostri avversari prima che si esauriscano tutte le tessere che compongono il tabellone di gioco.

Il gioco

Ogni partecipante ha a disposizione sette segnalini (l’ottavo si utilizza per i punti) da posizionare sul tabellone per delimitare delle zone “di proprietà”. Le tessere, per lo più tutte diverse tra loro, raffigurano (anche in forma mista): campi, città, strade e monasteri. Quando un giocatore posiziona una tessera, può anche piazzare uno dei suoi segnalini su questa per poter guadagnare punti. I segnalini così piazzati avranno un valore diverso a seconda della tipologia di terreno su cui insistono.

Si parte collocando sul tavolo la tessera iniziale, che raffigura un pezzo di città, una strada e porzioni di prato. Il giocatore di turno altro non fa che pescare una tessera e collocarla sul tavolo a contatto (almeno un lato) con quella già presente in modo tale che gli elementi combacino (ossia la strada è prolungata, oppure la città ingrandita). Ultima possibilità per il giocatore è a questo punto quella di ‘occupare’ la strada, la città o il prato (oppure il monastero, se ve ne è uno sulla tessera piazzata) con un proprio meeple (ovvero uno degli omini del suo colore), divenendone il proprietario.

Quando la strada, città o monastero saranno completati (quest’ultimo lo è quando la tessera è circondata completamente da altre 8 tessere, mentre la città lo è quando è composta una cerchia di mura completa e la strada quando parte da un punto per arrivare ad un altro) il giocatore potrà recuperare il suo omino ed ottenere punti. Non è possibile occupare elementi di paesaggio già controllati da altri giocatori aggiungendoci un proprio trippolo, ma è possibile che nel corso del gioco due o più porzioni di città o strada (o pascolo) di proprietà di diversi giocatori si fondano: in questo caso i punti saranno attribuiti a chi ha più trippoli, oppure a tutti quelli che hanno pari numero di trippoli. I pascoli attribuiscono invece punti a fine partita, sulla base del numero di città con le quali sono a contatto.

 

Carcassonne

 

Il gioco ha un meccanismo originale, è abbastanza veloce e è non così banale come sembra a prima vista ma neanche “complesso” come sembra alla seconda.

Carcassonne rappresenta classico titolo da proporre a chi compia i primi passi nel variegato mondo del gioco da tavolo moderno. Incarna di fatto le principali caratteristiche di questa categoria, con una giocabilità immediata, componenti gradevoli e la possibilità di ragionare e di indirizzare l’esito della partita semplicemente pensando ed elaborando piccole tattiche.

Senza diventare mai un brucia cervello chi pensa è quindi premiato, ma senza che chi non abbia voglia sia per questo tagliato fuori, visto che l’interazione, che c’è, è modulata sulla condotta di gioco prescelta dai giocatori e non implica mai la rimozione fisica degli avversari dal tavolo.Ottimo titolo introduttivo, consigliatissimo come regalo per contagiare amici digiuni di gioco da tavolo.

Pro:

Il gioco è particolarmente valido per due giocatori (cosa non comune) come anche in più persone ed inoltre, vista la componibilità della plancia, garantisce una varietà infinita di scenari. Ottimi i materiali come anche la grafica, semplice ma accattivante.

Contro

Il gioco non è esente dall’influsso della dea bendata: tutte le strategie del mondo devono comunque sottostare alla “pesca” della vostra tessera, che avviene in modo casuale; pertanto, potreste trovarvi nella situazione di non riuscire a completare un vostro piano. Comunque, a volte, saranno i vostri stessi avversari a darvi un piccolo aiuto, costretti dalle loro stesse esigenze.

Tratto da: https://www.goblins.net/recensioni/carcassonne

Versioni ed espansioni

Oltre alla versione base, sono uscite negli anni successivi diverse espansioni che aggiungono nuove tessere, contadini, maiali, locande, cattedrali, fiumi e molte altre novità.

Potete comprare sia la versione iniziale e successivamente le singole espansioni, o lanciarvi direttamente nell’acquisto della BigBox che comprende il gioco base più tutte le espansioni, e anche 2 meeple aggiuntivi, per poter giocare fino a 8 giocatori!